Visita la pagina Facebook

Pagina Facebook

Iscriviti al nostro canale YouTube

Canale YouTube

 

Presupposti e limiti di ammissibilità degli accordi tra coniugi sulle conseguenze patrimoniali della crisi matrimoniale

Sono ammissibili gli accordi di natura patrimoniale tra coniugi o nubendi che non incidano sullo status coniugale e sui diritti e doveri matrimoniali.
E’ conseguentemente consentito, nel rispetto dei principi inderogabili che governano la materia, stipulare accordi patrimoniali tra coniugi e nubendi, nei quali l’evento – separazione o divorzio - sia dedotto in condizione (sospensiva o risolutiva).


I limiti posti dall'art. 160 c.c. potrebbero non precludere ai nubendi o ai coniugi di stipulare accordi volti a regolare i reciproci rapporti patrimoniali in costanza di matrimonio nonchè gli effetti economici conseguenti alla crisi del matrimonio stesso, nel rispetto dei principi di reciprocità, proporzionalità e adeguatezza.

Clicca quì per scaricare il file PDF

Continuando la consultazione nel nostro sito, acconsenti all'utilizzo dei cookie.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo