Visita la pagina Facebook

Pagina Facebook

Iscriviti al nostro canale YouTube

Canale YouTube

13 giugno 2019
L’ASTA TELEMATICA DEL NOTARIATO

 

Divieto di apporre termini e condizioni al contratto di convivenza

Al contratto di convivenza, in quanto tale, non possono essere apposti condizioni né termini; questo ha
funzione normativa per essere destinato a disciplinare i rapporti patrimoniali relativi alla vita in
comune, potendo cioè prevedere un meccanismo che tenga conto della dimensione dinamica e di
durata di quest’ultima e che possa al contempo anticipare le sue possibili modificazioni, tanto ove
conseguenti a scelte compiute da una o entrambe le parti, volontariamente, tanto ove imprevedibili e
dovute ad accadimenti esterni, così potendo consentire la rimodulazione automatica dei doveri
patrimoniali senza la necessità di dovere addivenire ad un contratto modificativo del precedente, per
quanto sempre possibile.


La modificazione delle condizioni di fatto esistenti al momento della sottoscrizione potrà, quindi,
giustificare una maggiore o differente contribuzione delle parti; il contratto, inoltre, potrà sempre
essere modificato o risolto con l’accordo delle parti.

Clicca quì per scaricare il file PDF

Continuando la consultazione nel nostro sito, acconsenti all'utilizzo dei cookie.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo